Invesit

D. Lgs. 81/08 - obblighi e sanzioni

Con l’introduzione del D.Lgs. 81/2008 integrato e modificato dal D.Lgs. 106/2009 le imprese sono obbligate a tutelare la salute dei lavoratori, attraverso il mantenimento di adeguati standard di sicurezza nei luoghi presso cui si svolgono le attività aziendali. La Legge individua quale unico soggetto responsabile della sicurezza nell’impresa il Datore di lavoro definendo per tale figura precisi obblighi, per il mancato adempimento dei quali sono previste sanzioni penali ed amministrative.

Di seguito sono riassunti i principali obblighi per il datore di lavoro (art. 18 e 19) e le relative sanzioni (art.55)

  1. valutare tutti i rischi con la seguente elaborazione del Documento di Valutazione dei Rischi
    Sanzione in caso di mancata valutazione: arresto da tre a sei mesi o ammenda da 2500€ a 6400€ Sanzione in caso di incompleta valutazione e/o redazione: ammenda da 1000€ a 4000€
  2. aggiornare le misure di prevenzione in relazione ai mutamenti organizzativi e produttivi che hanno rilevanza ai fini della salute e sicurezza del lavoro, o in relazione al grado di evoluzione della tecnica della prevenzione e della protezione
    Sanzione: arresto da due a quattro mesi o ammenda da 1500€ a 6000€
  3. nominare il Responsabile del Sevizio di Prevenzione e Protezione [art.17 comma1 lettera b)]
    Sanzione: arresto da tre a sei mesi o ammenda da 2500€ a 6400€
  4. nominare il medico competente per l’effettuazione della sorveglianza sanitaria nei casi previsti a seguito della valutazione dei rischi
    Sanzione: arresto da due a quattro mesi o ammenda da 1500€ a 6000€
  5. designare preventivamente i lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave e immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione dell’emergenza
    Sanzione: arresto da due a quattro mesi o ammenda da 750€ a 4000€
  6. adottare le misure necessarie ai fini della prevenzione incendi e dell’evacuazione dei luoghi di lavoro, nonché per il caso di pericolo grave e immediato, tali misure devono essere adeguate alla natura dell’attività, alle dimensioni dell’azienda o dell’unità produttiva, e al numero delle persone presenti
  7. fornire ai lavoratori i necessari e idonei Dispositivi di Protezione Individuale, sentito il responsabile del servizio di prevenzione e protezione e il medico competente, ove presente
    Sanzione: arresto da due a quattro mesi o ammenda da 1500€ a 6000€
  8. prendere le misure appropriate affinché soltanto i lavoratori che hanno ricevuto adeguate istruzioni e specifico addestramento accedano alle zone che li espongono ad un rischio grave e specifico
    Sanzione: arresto da due a quattro mesi o ammenda da 1200€ a 5200€
  9. adempiere agli obblighi di informazione, formazione e addestramento di cui agli articoli 36 e 37;
  10. prendere appropriati provvedimenti per evitare che le misure tecniche adottate possano causare rischi per la salute della popolazione o deteriorare l'ambiente esterno verificando periodicamente la perdurante assenza di rischio
    Sanzione: arresto da due a quattro mesi o ammenda da 1200€ a 5200€
  11. convocare la riunione periodica  sulla sicurezza, nelle unità produttive con più di 15 lavoratori
    Sanzione: ammenda da 2000€ a 4000€
 

Sicurezza luoghi di lavoro

Decreto legislativo 81/08

DVR: Documento di valutazione dei rischi

Responsabile della sicurezza Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza

RSPP

Responsabile del Servizio di Prevezione e Protezione

Piano di sicurezza aziendale

Valutazione dei rischi in azienda

Formazione sicurezza sul lavoro in Umbria-Lazio

Progettazione conformità impianti elettrici

DUVRI