Invesit

Formazione lavoratori e corsi altamente professionalizzanti

L'intento primario del D. Lgs. 81/08 è quello di favorire l'apprendimento da parte del lavoratore delle misure di prevenzione e protezione dai rischi sia logistico-strutturali sia della propria mansione lavorativa, presenti nella specifica attività che svolge.
 
Il datore di lavoro, in collaborazione con il Responsabile del Servizio di Prevezione e Protezione, ha il compito e l'obbligo di:
  1. formare in modo accuratamente documentato e costantemente aggiornato, in base ad evoluzioni delle misure standard nazionali ed europee, i lavoratori con mansioni a rischio specifico, cioè coinvolti direttamente nell’uso di macchinari, di speciali sostanze, ecc. ( ore di formazione certificate e documentate)
  2. formare  gli addetti nominati per le misure di prevenzione incendi, emergenza e primo soccorso (corso di primo soccorso e antincendio )
FORMAZIONE PROFESSIONALE QUALIFICATA IN MOLTEPLICI SETTORI PRODUTTIVI
La società invesit srl svolge corsi legalmente riconosciuti per le qualifiche di:
  • Conduttori di carrelli elevatori (carrellisti)
  • Addetti al montaggio dei ponteggi
  • Addetti e maestanzne speciali nei cantieri edili
  • Personale addetto al servizio di vigilanza in locali di pubblico intrattenimento o esercizi pubblici
FORMAZIONE PER ADDETTI ALLA SORVEGLIANZA LOCALI PUBBLICI

Il D.M. de 6 Ottobre 2009 che decreta l’obbligo formazione del personale addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi.
In ottemperanza alle disposizioni della Regione Lazio di cui all’Allegato I della Determinazione Direzionale
del 12 aprile 2010, n. 1453, con cui è stato recepito il D.M. del 6/10/2009, la nostra società invesit srl effettua corsi di formazione per personale addetto alla sorveglianza ed accoglienza in locali di pubblico intrattenimento o in pubblici esercizi, riconosciti dalla Regione Lazio e dal Ministero degli Interni.


DESCRIZIONE DELLA FIGURA
L’addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi ai sensi dell’art 5 del D.M. 6 ottobre 2009 è la figura in grado di procedere alle seguenti attività:
1) controlli preliminari
2) controlli all’atto dell’accesso del pubblico
3) controlli all’interno del locale

ARTICOLAZIONE DEL CORSO DI FORMAZIONE
L’addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi, deve acquisire conoscenze e capacità nelle aree tematiche previste art. 3 del D.M. 6 ottobre 2009:

A) Area giuridica
Finalità: Predisporre comportamenti di controllo nel rispetto della normativa in materia di ordine e sicurezza pubblica e in rapporto con i compiti assegnati a Forze di Polizia e delle Polizie locali.
Conoscenze richieste:
- legislazione in materia di ordine e sicurezza pubblica
- disposizioni di legge e regolamentari che disciplinano le attività di intrattenimento di pubblico spettacolo e di pubblico esercizio
- funzioni e attribuzioni dell’addetto al controllo;
- norme penali e conseguente responsabilità dell’addetto al controllo
- collaborazione con le Forze di polizia e delle polizie locali

B) Area tecnica
Finalità :Operare in sicurezza e nel rispetto della normativa in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, nozioni di primo soccorso, prevenzioni incendi assumendo comportamenti idonei ad assicurare la tutela della salute propria e degli altri.
Conoscenze richieste:

- disposizioni in materia di prevenzione degli incendi
- la prevenzione del rischio per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro
- nozioni di primo soccorso sanitario
- nozioni sui rischi legati all’uso e abuso di alcol, sostanze stupefacenti l’Aids e le malattie sessualmente trasmissibili


C) Area psicologico-sociale
Finalità :Utilizzare tecniche di comunicazione e di gestione di situazioni di conflitto in considerazione del proprio ruolo professionale e in relazione al contesto in cui opera.
Conoscenze richieste:
- comunicazione interpersonale (anche in relazione alla presenza di persone diversamente abili)
- tecniche di mediazione dei conflitti
- tecniche di interposizione (contenimento, autodifesa, sicurezza dei terzi)


ESAME FINALE E CERTIFICAZIONE
Al termine del corso sono ammessi alla prova di verifica coloro che hanno frequentato almeno il 90% delle ore di formazione previste.
La prova di verifica è finalizzata a verificare l’apprendimento delle conoscenze e l’acquisizione delle competenze tecnico-professionali previste dal corso.
La prova di verifica deve essere organizzata e gestita secondo principi di trasparenza e tracciabilità delle procedure.

La certificazione rilasciata al termine del corso consente l’iscrizione all’elenco di cui all’art 1 comma 1 del D.M. 6/10/2009.
Le Regioni e Province Autonome in attesa della definizione del sistema nazionale di certificazione delle competenze e di riconoscimento dei crediti, si impegnano a riconoscere reciprocamente gli attestati rilasciati.

 

Sicurezza luoghi di lavoro

Decreto legislativo 81/08

DVR: Documento di valutazione dei rischi

Responsabile della sicurezza Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza

RSPP

Responsabile del Servizio di Prevezione e Protezione

Piano di sicurezza aziendale

Valutazione dei rischi in azienda

Formazione sicurezza sul lavoro in Umbria-Lazio

Progettazione conformità impianti elettrici

DUVRI